Navigation Menu
Generi musicali made in USA

Generi musicali made in USA

Qualcuno sostiene che tutta la musica moderna che ascoltiamo oggi sia partita da Chicago, c’è un fondo di verità in questo.

Nei primi decenni del novecento fu meta di molti musicisti afroamericani che provenivano dagli Stati del Sud, dove erano giunti in seguito alla grande migrazione afro-americana.

Per primo fu importato il Blues, caratteristica intrinseca dei musicisti neri del Delta del Mississippi che, incontrandosi con la grande metropoli industriale che già Chicago era, diede vita ad un nuovo genere musicale che portava il nome di Chicago Style.

I locali dove si suonava questa nuova forma di blues venivano chiamati Rent Party, perche vi venivano organizzate piccole feste improvvisate dove gli afro-americani si ritrovavano per ballare e divertirsi la sera.

Col passare del tempo, il genere musicale cominciò ad essere apprezzato anche dai bianchi e da quel momento si diffuse nel resto del paese con versioni piu o meno “contaminate”.

Si pensi che anche la House Music degli anni ’80 e la Techno di Detroit provengono dal Blues di Chicago.

Nashville è invece la culla della musica country: qui gli aspiranti musicisti armati di chitarra arrivano in cerca di fortuna. Suonano gratuitamente e a rotazione nei molti “Juke Joints”, sperando che un giorno tra il pubblico  ci sia un discografico che beve una birra e  che li nota. Sembra una favola, ma moltissimi sono partiti cosi..

Il Mississippi Trail, come è chiamato, e Memphis in particolare, sono la culla della musica nera, quella che ha unito Blues, Gospel e Rock’n Roll. Qui hanno cominciato: Johnny Cash, Elivis Presley, Aretha Franklin, Justin Timberlake, Jerry Lee Lewis, Tina Turner, Otis Redding e molti altri ancora. Qui troviamo anche Graceland, la residenza che fu di Elvis Presley, la più visitata d’America dopo la Casa Bianca, a riprova di un amore che non sembra calare con il tempo.

E che dire di New Orleans?

Qui noi italiani abbiamo giocato un ruolo!

Molti siciliani infatti arrivarono nella città del Mardi Gras per coltivare i territori messi a disposizione gratuitamente dalla Louisiana, che era stata ceduta dalla Francia agli Stati Uniti. Si trattava di una terra difficile: umida e paludosa, poco adatta alle nostre colture, ma i nostri connazionali non si scoraggiarono.

I primi schivi neri arrivarono dal Senegal e contribuirono alla nascita della musica che poi venne chiamata Jazz.

Quello che è considerato il primo disco di musica Jazz fu inciso da un gruppo chiamato Original Dixieland Jazz Band, di cui facevano parte molti italiani, siciliani per la precisione.

Scopri la storia della musica made in USA scegliendo un viaggio tematico negli Stati Uniti del nuovo catalogo di Utat Viaggi:

  • CITTA’, MONTAGNE E MUSICA – Tour Escorted con Partenze Garantite
    Scopri di più
  • AMERICAN MUSIC TOUR – Tour Escorted con Partenze Garantite
    Scopri di più
  • DIXIE SWING – Self Drive/ Fly&Drive
    Scopri di più
  • IL SUD, LA MUSICA E VIA COL VENTO  Self Drive/ Fly&Drive
    Scopri di più