Navigation Menu
Rosa Parks, la “Madre del Movimento per i Diritti Civili”

Rosa Parks, la “Madre del Movimento per i Diritti Civili”

Rosa Parks nasce il 4 febbraio 1913 a Tuskegee in Alabama. Sua madre era un insegnate elementare e suo padre un falegname. I suoi nonni erano stati schiavi.

2017-06-12-PHOTO-00000199

2017-06-12-PHOTO-00000200
Poco dopo la sua nascita, la famiglia si trasferisce a Pine Level, sempre in Alabama, presso la fattoria dei nonni e Rosa aiuta nella raccolta del cotone.

2017-06-12-PHOTO-00000201

In quel periodo la discriminazione razziale era forte e la segregazione imponeva che vi fossero treni, pullman, scuole, chiese, teatri, hotels e persino fontane per abbeverarsi diverse per bianchi e neri.

2017-06-12-PHOTO-00000204

2017-06-12-PHOTO-00000202
Nel paese di Rosa, Pine Level, Il Ku Klux Klan era molto attivo e rapiva, torturava e uccideva uomini e donne di colore continuamente; anche il nonno di Rosa fu costretto ad imbracciare un fucile per difendere la sua famiglia.

2017-06-12-PHOTO-00000203
Rosa era brava a scuola e, ultimate le medie, si trasferì a Montgomery per frequentare il liceo che portò a termine nonostante le frequenti interruzioni per assistere la madre malata

2017-06-12-PHOTO-00000205
Nel 1931 Rosa sposa un barbiere di nome Raymond Parks, attivo nella lotta per i diritti civili dei neri, e nel 1940 si unisce al NAACP (National Association for the Advancement of Coloured People), del quale diventa presto segretaria ufficiale.

2017-06-12-PHOTO-00000206

2017-06-12-PHOTO-00000207

A Montgomery gli autobus locali costituivano un promemoria costante della segregazione in atto; gli afro-americani potevano sedersi solo nelle ultime file, e in molti casi venivano fatti salire, pagare e poi subito costretti a scendere, come successe a Rosa stessa nel 1943.

2017-06-12-PHOTO-00000208

 

12 anni piu tardi, il 1° dicembre 1955, Rosa incontrò il medesimo autista del triste episodio precedente, che le chiese di cedere il posto ad alcuni bianchi che erano in piedi, lei si rifiutò, venne chiamata la polizia e Rosa fu arrestata.
2017-06-12-PHOTO-00000209
Il 5 dicembre ci fu il processo e Rosa fu ritenuta colpevole di aver disubbidito alle leggi in vigore relative alla Segregazione Razziale; lei ricorse in appello.

Nel frattempo il nuovo pastore della Chiesa Battista di Dexter Avenue, Marthin Luther King Jr, lanciò tra i suoi fedeli il boicottaggio dei bus in sostegno di Rosa Parks: per un anno nessuna persona di colore utilizzò più gli autobus cittadini, affrontando anche decine di km a piedi per recarsi al lavoro.

2017-06-12-PHOTO-00000211

2017-06-12-PHOTO-00000210

Il 21 Dicembre dell’anno successivo il Tribunale Supremo degli Stati Uniti dichiarò la segregazione razziale sui bus contro la legge e il boicottaggio ebbe fine.

2017-06-12-PHOTO-00000212
Sebbene i bus fossero ora luogo di pari diritti fra neri e bianchi, Rosa Parks ha dedicato tutta la sua vita successiva a lottare contro la discriminazione razziale di cui erano vittima i neri, partecipando a numerose manifestazioni ed iniziative.Fu costretta a lasciare Montgomery in seguito alle continue minacce che lei e i suoi famigliari ricevevano.

2017-06-12-PHOTO-00000213

2017-06-12-PHOTO-00000214

Definita la “madre del Movimento per i Diritti Civili”, nel 1987 fondò il Rosa e Raymond Parks  Institute of Self-Development, per aiutare i giovani meno fortunati a completare il loro percorso accademico.

Cleveland Avenue a Montgomery, luogo della fermata bus che lei utilizzava, è stato ribattezzato Rosa Parks Boulevard.

2017-06-12-PHOTO-00000215

A lei sono stati assegnati numerosi premi e riconoscimenti, tra i quali la prestigiosa PRESIDENTIAL MEDAL OF FREEDOM.

RosaParks-BillClinton1

 

Visita i luoghi di Rosa Parks con il nostro tour:

GEORGIA & ALABAMA: SULLE TRACCE DELLE LOTTE PER I DIRITTI CIVILI

Scopri di più