Navigation Menu
Panda Tour: Guizhou, Sichuan e Chongqing

Panda Tour: Guizhou, Sichuan e Chongqing

Panda Tour: alla scoperta della Cina più autentica tra le province di Guizhou, Sichuan e la città di Chongqing

“Dai un pesce a un uomo e lo nutrirai per un giorno. Insegnagli a pescare e lo nutrirai per tutta la vita” – Proverbio Cinese.

Se trovare le giuste parole per raccontare l’emozione di un viaggio è sempre molto difficile, riuscire a esprimere quello che si prova ad essere protagonisti di un viaggio in Cina è praticamente impossibile.

Perché la Cina non è un Paese che può essere narrato: si tratta di un luogo che va vissuto sulla propria pelle.

Una terra incredibile in grado di sorprenderti in ogni istante e, allo stesso tempo, capace di stravolgere la tua percezione sul mondo.

La Cina è un Paese a sé, un universo unico nel suo genere che non può essere paragonato a nessun altro luogo al mondo. Un paese dalla storia millenaria che corre verso il futuro rimanendo in equilibrio in un continuo flusso di energia tra ieri, oggi e domani.

La Cina rappresenta la terra del Dragone, il paese della medicina tradizionale, delle bancarelle di street food dove è possibile assaggiare qualsiasi cosa, delle cianfrusaglie Made in China, dei treni super veloci, dei panda e delle lanterne rosse.

Un paese che si lascia avvolgere dalla seta dei suoi kimono e dalla delicatezza dei fiori di loto sebbene, a causa del suo carattere all’apparenza chiuso, possa risultare quasi ruvido e impenetrabile.

La Cina è tutto e niente, è giorno e notte, è yin e yang.

E proprio per tutti questi motivi – e molti altri ancora – ho scelto di affidarmi all’esperienza di UTAT per vivere al meglio le mie prime vacanze in Cina.

Sono partita alla volta del Panda Tour per regalarmi la possibilità di esplorare la Cina più autentica, lontana dal caos di Shanghai e Pechino, ma immersa in antiche tradizioni e nuovi stimoli.

Un viaggio alla scoperta delle province di Guizhou, del Sichuan e dell’incredibile città di Chongqing che mi ha permesso di tornare a casa con gli occhi pieni di meraviglia e una sola certezza: tornerò a viaggiare in Cina molto presto.

 

La città di Guiyang e le Grotte del Dragone

Ci vogliono circa 11 ore di viaggio a bordo di un volo Neos per accarezzare i confini della Cina, e l’arrivo in questa terra si fa sentire fin dal primo istante.

Basterà semplicemente scendere dall’aereo per rendersi conto di essere dall’altra parte del globo e, se possibile, di ritrovarsi in un mondo completamente diverso.

Dopo aver superato i vari convenevoli del caso – dalla dogana al controllo del visto per la Cina – la nostra avventura inizia con l’esplorazione della città di Guiyang.

Con soli 4 milioni di abitanti, secondo gli standard cinesi Guiyang viene classificata come una “cittadina piccola e tranquilla”.

Basteranno un paio di ore di autobus da Guiyang per raggiungere le spettacolari Longgong Caves, meglio conosciute come le Grotte del Drago.

La simbologia legata alla figura del Drago in Cina è estremamente forte e qui è possibile percepirne tutta la sua potenza.

Le Longgong Caves sono un’autentica meraviglia della natura. Una volta qui è possibile salire a bordo di una piccola imbarcazione e perdersi in una mini crociera di 5 km per osservare un susseguirsi di grotte illuminate da luci colorate che rendono questo spettacolo ancora più affascinante.

 

La provincia del Sichuan: la città di Chengdu

Ed ecco che finalmente si inizia a entrare nel pieno di quelle che sono le dinamiche delle città cinesi condite da un traffico incredibile, milioni di persone e da quella sensazione di essere sempre in continuo movimento.

Panda Tour - Chengdu

Chengdu è famosa per due motivi in particolare: si tratta della capitale dei panda e della città dove vengono assemblati gli iPhone.

Qui abbiamo avuto modo di dedicarci a un’esplorazione approfondita della città per poterne cogliere ogni sfumatura.

Chengdu

Dall’esplorazione del suo lato più moderno e artistico, dove vecchie fabbriche in disuso risalenti all’epoca di Mao sono state trasformate in centri sociali dove fare il pieno di cibo, design, musica e arte, alla visita dello splendido Du Fu Thatched Cottage: un museo-parco immerso nel verde che un tempo è stata la dimora del poeta Du Fu, oggi considerato tra i 5 poeti più importanti di tutta la Cina.

E poi ancora è la volta della splendida Jinli Street, che rappresenta il cuore del centro storico di Chengdu.

Chengdu

Chengdu

In questo viaggio di sviluppo senza freni la Cina è stata in grado di alternare sapientemente le sicurezze del passato alle aspirazioni del futuro.

Così ecco che vengono costruiti “nuovi centri storici” che non hanno poi così tante candeline da spegnere, non essendo poi così antichi, ma riprendono sapientemente le architetture del passato.

E quindi è un continuo alternarsi di edifici tradizionali, lanterne rosse, vicoli, ma anche ristoranti, bancarelle di street food e venditori di merchandising a forma di panda.

Ebbene sì, perché il vero protagonista di questa città è proprio il panda. L’animaletto più pigro e tenero per eccellenza divenuto simbolo della Cina e del WWF che con la sua pelliccia bianca e nera rappresenta il simbolo cinese dell’energia yin e yang.

Panda Tour - Panda

 

La Riserva del Panda Gigante di Chengdu

Come pensare di partire alla volta di un Panda Tour senza provare l’emozione di osservare questo mammifero dal vivo?

 

La bellezza di questo itinerario proposto da UTAT – leader di viaggi organizzati in Cina – consiste proprio nell’avere la possibilità di visitare la Riserva del Panda Gigante di Chengdu.

I panda sono animali molto particolari: ormai in via d’estinzione, sono protetti dal Governo Cinese che ha messo a loro disposizione uno staff di esperti e panda nanny che si occupano della loro salvaguardia.

Una volta nella riserva sarà possibile osservare i famosi panda giganti e i panda rossi, per essere certi di portare a casa un ricordo che non ha prezzo.

 

Il Buddha Gigante di Leshan

Ci vogliono circa due ore e mezzo (180 km) per raggiungere Leshan da Chengdu, ma il viaggio ne vale la pena.

Leshan

Il Buddha Gigante di Leshan rappresenta il Buddha più alto del mondo: un basso rilevo di 71 metri che raffigura il Buddha in posizione seduta con le mani sulle ginocchia.

Uno spettacolo a dir poco mastodontico che è possibile osservare comodamente a bordo di una mini crociera sul battello che permette di poterlo ammirare nella sua interezza.

 

In viaggio verso Chongqing passando per Dazu

Ecco un altro fiore all’occhiello di questo itinerario in Cina proposto da UTAT.

 

Le incisioni rupestri di Dazu sono un luogo di infinita bellezza rimasto ancora sconosciuto agli occhi di turisti cinesi e stranieri.

Considerato uno tra i luoghi sacri più importanti per la religione buddhista, questo sito archeologico ospita una serie di sculture religiose risalenti all’epoca della dinastia Tang (VII secolo d.C.).

Qui si respira un’atmosfera magica: 50.000 statue con 10.000 iscrizioni che rappresentano l’inferno e il paradiso tra le solenni montagne di Dazu.

 

L’incredibile città di Chongqing

E come potrebbe mancare una visita alla scoperta dell’incredibile città di Chongqing?

Con i suoi 34 milioni di abitanti, Chongqing rappresenta la città più popolosa al mondo.

Il luogo giusto per chi si appresta a viaggiare in Cina e desidera addentrarsi in uno dei cuori pulsanti del paese.

Chongqing infatti fa parte delle 4 municipalità autonome cinesi. Si tratta di una metropoli a dir poco immensa dove poter osservare da vicino l’incredibile sviluppo della Cina.

La nostra visita è iniziata con una mini crociera sul fiume giallo della città al calar del sole: a quest’ora è possibile ammirare lo skyline di Chongqing in tutta la sua magnificenza.

Grattacieli futuristici illuminati si alternano a strutture tradizionali, delineando i profili di una Cina moderna e affamata di vita.

Ma questo viaggio in Cina non potrebbe essere completo senza un tour approfondito della città.

Dalla vista della metropolitana che attraversa un palazzo (il mistero sulla domanda è nato prima il palazzo o il treno? non è ancora stato risolto), al gironzolare tra le stradine di Ciqikou, uno dei centri storici di Chongqing colorati di bancarelle, street food e tanta vita.

Infine sarebbe impossibile lasciarsi sfuggire la possibilità di provare un hotpot, ovvero la famosa fondue cinese, tipica proprio della città di Chongqing.

Se è vero che il cibo gioca un ruolo fondamentale per determinare il successo di un viaggio, trascorrere le proprie vacanze in Cina è una vera e propria sicurezza per il palato.

La varietà della scena culinaria cinese è vastissima e ricca di sapori nuovi e perfettamente bilanciati.

Nello specifico, l’hotpot consiste in un grande pentolone rovente posizionato al centro del tavolo dove all’interno bolle del brodo (normalmente molto piccante) e tutti i commensali possono cucinare i propri ingredienti: da radici di loto a polpette di maiale passando per spiedini, bambù, funghi e molto altro ancora.

 

Il Villaggio di Qingyan 

Dopo aver visitato la città di Chongqing è il momento di ritornare verso casa.

Viaggiare in Cina a bordo di treni super veloci cinesi è una vera e propria esperienza in termini di pulizia e puntualità, inoltre si tratta di un ottimo modo per immergersi nella quotidianità della gente locale.

A pochi chilometri dall’aeroporto di Guiyang si trova un piccolo villaggio che prende il nome dal monte di Qingyang e concedersi una capatina da queste parti prima di terminare questo itinerario in Cina è a dir poco obbligatorio.

Durante la visita guidata alla scoperta del villaggio di Qingyan si ha la possibilità di esplorare il cuore del centro storico caratterizzato da piccole abitazioni colorate e dal Tempio Commemorativo di Zhao Lilun. Qui infatti convivono pacificamente quattro credo religiosi:  Buddismo, Taoismo, Cattolicesimo e Cristianesimo.

Questo villaggio rappresenta anche un’ottima scusa per sbarazzarsi degli ultimi yuan rimasti in tasca, considerando che ci sono decine e decine di bancarelle dove poter acquistare qualche simpatico souvenir e anche il famoso peperoncino (super piccante!), tipico della regione.

La possibilità di soggiornare presso hotel eccellenti, poter contare sul supporto di una guida parlante italiano e cinese e l’impeccabile esperienza di UTAT nella gestione di viaggi organizzati in Cina hanno reso questo Panda Tour ancora più speciale.

Parti anche tu con il “PANDA TOUR: ALLA SCOPERTA DI GUIZHOU E SICHUAN” di Utat Viaggi

Scopri il programma di viqaggio

Potrebbe interessarti anche l’articolo: “Sichuan, il Paradiso in Terra”

 

 

Condividi questo articolo su: