Navigation Menu
Viaggio Stati Uniti: guida alla scelta!

Viaggio Stati Uniti: guida alla scelta!

  • Data pubblicazione: 18 Apr, 2018
  • Categoria:
  • Località: stati Uniti

Viaggio Stati Uniti, i consigli di Utat Blog

Un viaggio Stati Uniti rappresenta il sogno di molti: alla fine si tratta della prima destinazione turistica del mondo, e tutti prima o poi sognano di andare a toccare con mano ciò che da quando sono bambini hanno visto in televisione, al cinema o letto nei libri.

Viaggio Stati Uniti

Il nostro immaginario tutto americano cresce infatti con noi, man mano che diventiamo grandi, e già ci confeziona un’ idea (diversa per ognuno) di ciò che crediamo l’America sia: resta solo da andare a verificare di persona!

Questa nostra percezione personale di ciò che l’America ci sembra essere,  guida in realtà in modo decisivo la scelta del viaggio Stati Uniti: ecco perché c’è chi da subito si sente attratto dalla Costa Ovest, e chi invece sceglie le città e i luoghi decisamente più istituzionali della Costa Est.

La scelta di un viaggio Stati Uniti, almeno questa prima scelta, è quindi emotiva, ed è veicolata dall’affinità personale: c’è chi si identifica con il surfista californiano…e chi invece visualizza se stesso camminare nelle brulicanti vie di Midtown Manhattan.

Da qualunque luogo americano si scelga di partire per il proprio viaggio Stati Uniti per iniziare la scoperta di questo straordinario Paese, esiste statisticamente il 76% di probabilità che nasca un vero e proprio amore di lunga durata… che trasformerà il neofita- viaggiatore in quello che noi addetti al turismo chiamiamo “repeater”, cioè un vero e proprio innamorato degli USA, che deciderà di prenotare un altro viaggio Stati Uniti,  volta dopo volta, procedendo a scoprire il territorio pezzo per pezzo, e trasformandosi nel più efficace testimonial pubblicitario della destinazione.

Il repeater diverrà negli anni in un vero e proprio appassionato, che non farà che confermare ad amici e conoscenti come siano inesauribili gli spunti di interesse, le variazioni di paesaggio, le ricchezze culturali e le scenografie naturali, “senza eguali”, vi dirà..e avrà ragione!

Gli  Stati d’Uniti d’America sono infatti anche definiti la “destinazione inesauribile”, proprio per le infinite tematiche che offrono. Inoltre un viaggio Stati Uniti ha anche una grande versatilità di prezzo che consente di poter trovare ottime soluzioni per qualunque tasca, sempre con un ottimo rapporto qualità-prezzo, e un servizio impeccabile che è una certezza in ogni categoria perché, ricordiamolo, è proprio negli States che è nata la regola commerciale secondo la quale  “the client comes first” (il cliente viene prima), e per noi italiani è una delizia sentirsi sempre così coccolati.

Ma torniamo alla scelta del viaggio Stati Uniti. Vi proponiamo una suddivisione per macro aree cercando di mettere in evidenza i plus di ognuna.

Un viaggio Stati Uniti sulla COSTA EST  spesso rappresenta il primo luogo di accesso, un po’ per maggiore vicinanza, un po’ perché New York è fattibile anche per un ponte o un long weekend, ma la vera prima vacanza sulla Costa Est non deve limitarsi a New York City che necessita di zero presentazioni (e sarebbe bene fatta a se, in altra occasione dedicata), ma dovrebbe anche includere le altre città istituzionali d’America, legate alla sua storia, alla sua fondazione e alla sue radici: tradizionalmente Washington DC e Philadelphia.

Effettuando quello che viene comunemente chiamato “il triangolo dell’Est” (New York + Washington+Philadelphia), suggeriamo di includere sempre nel viaggio Stati Uniti una sosta in Pennsylvania nella caratteristica zona intorno a Lancaster abitata dagli Amish, un  tuffo davvero molto cinematografico (ricordate il film “Il Testimone” con Harrison Ford?), e  curioso, che ci porta indietro nel tempo e dentro ad una specie di favola.

Amish

Dai luoghi più tradizionali della Costa Est ci si può muovere in tre direzioni: verso nord, verso ovest e verso sud. Ogni direttiva ha le sue gemme.. nel vero senso della parola!

Se si scegli per un viaggio Stati Uniti di spostarsi verso Ovest si possono visitare le Cascate del Niagara che, se anche non sono le più alte in assoluto, sono quelle con la portata d’acqua maggiore, infatti i nativi le chiamavano “Rombo di Tuono”. Da qui Toronto è a portata di mano, se si vuole un assaggio di Canada, ma suggeriamo soprattutto di procedere verso la regione dei laghi e Chicago, che è una delle città più belle al mondo, con uno skyline spettacolare, un lago grande come un mare, un’architettura senza eguali, come fosse una sorta di tavolozza virtuosa sulla quale gli architetti più importanti hanno voluto disegnare i loro capolavori. In aggiunta, la storia della musica, musei strepitosi, sculture open air e palazzi ed edifici in stile liberty che sono sui libri d’arte di tutto il mondo.

Cascate del Niagara

Se ci spostiamo verso Nord, si apre davanti a noi una zona che rappresenta la celebrazione del bello e dell’eleganza: il New England. Vera culla degli Stati Uniti d’America (qui approdarono i Padri Pellegrini inglesi nel 1620 che cercavano il Nuovo Mondo e qui ebbe inizio la Rivoluzione Americana che portò poi alla nascita della nazione), Maine, Vermont, Massachusetts, New Hampshire, Rhode Island e  Connecticut sono la versione più incantevole, più progressista e più raffinata del Nord America, a partire dall’ineguagliabile Boston, la più piccola delle Grandi Città Americane (come viene chiamata), una metropoli a misura d’uomo che  ha saputo conservare la civiltà sociale del piccolo borgo, e che detiene il primato di luogo con il più alto livello d’istruzione medio. Una passeggiata nelle stradine a ciotoli di Beacon Hill ammirando le case storiche a mattoni rossi con i loro davanzali infiorati e ingressi curati ha la capacità di mettere in pace con la gente e con il mondo!

Proseguendo invece verso Sud si ha modo di seguire la costa attraversando il Nord e il Sud Carolina e la Georgia per poi arrivare in Florida.

Chiamiamo la Florida “ i Tropici Americani” : un clima mite e spesso balneare anche in inverno, spiagge bianche infinite lambite da un mare turchese che raggiunge il suo meglio nella parte interna che dà verso il Golfo del Messico, o nelle isolette delle Keys, il punto più meridionale degli Usa, una zona sorprendentemente distante dai bagliori accecanti di Miami, che è la città più caraibica e latina d’America, oltre che una delle più vivaci e spettacolari.

Florida Keys

La Florida merita un viaggio di per se tali e tante sono le cose da vedere: dai famosi parchi di divertimento di Orlando, alla biosfera unica al mondo del parco delle Everglades, alle antiche città di fondazione spagnola come St. Augustine, alla già menzionata Miami ( e qui le citazioni televisive si sprecano), giù fino a Key West, le cui tipiche case in legno colorato già ci ricordano che i Caraibi sono più vicini di Miami.

LA ZONA DEGLI STATI DEL SUD  degli Stati Uniti che comprende  la già menzionata Georgia, ma anche l’Alabama, il Tennessee, il Kentucky, il Mississippi , la Louisiana,  sono luoghi dove il cielo è blu, la terra è ricca di storia, cultura, musica e avventura, la gente è calorosa ed accogliente e dove il gospel risuona nelle chiese, nei locali si ascolta musica blues, country e jazz e nei ristoranti si gustano succulenti barbecue e piatti a base di pesce. Qui è nata la storia della musica che poi ha preso diverse forme nel mondo, qui sono approdati i primi schiavi provenienti dal Nord Africa per coltivare il cotone, qui si sono combattute le battaglie più importanti per la lotta dei Diritti Civili, in seguito alle quali è cambiato il corso della storia, in America e nel resto del mondo. Sono luoghi che si prestano ad itinerari tematici legati ad un interesse specifico, che hanno una valenza particolare che danno al viaggio quel quid in più che va oltre la semplice esperienza turistica.

LA COSTA OVEST è rappresentata nell’immaginario di ciascuno di noi dalla California, Il Golden State, lo stato più ricco, il più cinematografico. Non a caso lo slogan del suo ente del Turismo recita “Start Dreaming”, Comincia a sognare.

San Francisco

E’ proprio quello che si fa quando si giunge a Los Angeles, o a San Francisco, e ci trova davanti uno skyline, una zona, una spiaggia, che sono sconosciuti e familiari allo stesso tempo. Dalle zone vinicole dell’estremo nord con le coste frastagliate della meravigliosa costa che si addolcisce scendendo, a città cartolina come San Francisco e Los Angeles, a parchi ossigenanti come Yosemite e Sequoia, o aridi e lunari come la Death Valley, la California rappresenta una destinazione unica che spesso viene purtroppo in parte sacrificata in abbinamento  alla visita dei non lontani Parchi nazionali, rischiando così, se non si ha sufficiente tempo (almeno 2 settimane) di fare entrambe le cose in modo sommario e frettoloso.

Sempre più richiesta e amata dai più assidui anche l’estensione a nord di San Francisco, che prevede l’attraversamento dell’Oregon sino allo stato di Washington (The Emerald State per via delle folta e verdissima vegetazione) e della sua  capitale, la più all’avanguardia d’America: Seattle, luogo di nascita di Amazon, Starbucks, Microsoft, della musica Grunge  e di.. Grey’s Anatomy

I GRANDI PARCHI NAZIONALI costituiscono una delle maggiori attrattive di un viaggio Stati Uniti: l’unicità di luoghi come il Grand Canyon, Bryce e Zion, la Monument Valley, Antelope Canyon, Lake Powell, Mesa Verde, e Arches,  costituisce di per sé motivo più che sufficiente per un viaggio fino qui. A questo si aggiungono i colori, il senso infinito degli spazi, le praterie, le tradizioni Western e soprattutto  il ricco retaggio culturale indiano nativo ancora cosi presente in questi luoghi, non solo in ciò che si vede e si tocca con mano, ma anche in ciò che si respira e si sente.La visita dei parchi americani ha come suo punto logico di partenza la città di Las Vegas, in Nevada che,  se non si decide per l’abbinamento con la California, fornisce un buon punto logistico per un itinerario completo e circolare. E’ una città-spettacolo, che appare come un miraggio al di là delle dune, dopo un lungo percorso desertico, da qualunque parte si arrivi.

Lake Powell

Spostandoci a nord dei Parchi Nazionali, raggiungiamo la zona che prende il nome di “Real America”, quella degli Stati delle MONTAGNE ROCCIOSE, cioè Montana, Idaho, Wyoming, North e South Dakota.  E’ una zona selvaggia e di grande fascino, (ricordate The Revenant con Di Caprio o anche Balla coi Lupi con Kevin Costner?) , che si estende per oltre un milione di kmq pur avendo solo 3 milioni di abitanti. Qui l’uomo si inchina  e si adatta alla natura, non viceversa.

Gran parte dell’autenticità dalla zona è legata alla storia delle prime tribù indiane native che hanno abitato queste terre; questo è il motivo per il quale, ancora oggi, viene definita “THE FIRST NATION”. Il motivo di richiamo più importante è costituito dal Parco Nazionale dello Yellowstone, il più antico del mondo, costituito nel 1872 e dal 1978 Patrimonio Unesco.

Le Montagne Rocciose sono un luogo a se stante e per viverne a pieno la vera magia suggeriamo di trascorrere almeno un paio di notti in un Working Ranch, uno di quelli che permettono di condividere le mansioni quotidiane con i mandriani. Una esperienza unica per coppie, amici e famiglie !

Tutta la parte Ovest degli Stati Uniti consente di effettuare una estensione mare alle ISOLE HAWAII , che distano poco più di 5 ore di volo dalla costa californiana. Vero paradiso terrestre dove la natura rigogliosa, il mare, le spiagge e l’atmosfera tutte contribuiscono a creare una destinazione unica al mondo, si tratta anche qui di uno scenario molto cinematografico e che non ha eguali ne ai Caraibi ne in altre isole tropicali. Mai colonizzate e quindi con un background culturale e di tradizioni pressochè intatto, le Hawaii non sono solo un luogo dove “fare mare” ma una destinazione da visitare, da scoprire e da esplorare, oltre al mare.

Scopri i tour Stati Uniti di Utat Viaggi

DURATA E TIPOLOGIA DEL VIAGGIO STATI UNITI

Oggi i nostri TOUR DI GRUPPO UTAT VIAGGI CON ACCOMPAGNATORE PARLANTE ITALIANO consentono di esplorare l’intero territorio americano scegliendo fra una quarantina di itinerari diversi, senza dover necessariamente parlare l’inglese. Si tratta di combinazioni “chiavi in mano” che ormai non si limitano alle destinazioni più consuete ma vanno appunto incontro alle sempre crescenti esigenze dei “repeaters”, viaggi con tutte le vissute già incluse, spesso pasti inclusi ed un programma ben definito.

I fly and drive USA di Utat Viaggi  sono ben 52 diversi nel  catalogo on line Stati Uniti e Canada, i viaggi “USA on the road”da sempre rappresentano la vera vacanza americana e sono i più personalizzabili, quelli che più si possono adattare agli interessi personali, ai gusti e alle preferenze. Guidare una macchina lungo una strada che attraversa i grandi spazi americani è una emozione che non ha paragoni.

Fly and Drive Stati Uniti

 

Nelle proposte viaggio Stati Uniti di Utat Viaggi quest’anno sono stati introdotti i VIAGGI FIRMATI UTAT, partenze speciali con Accompagnatore Utat dall’Italia, con contenuti particolari ben distanti dai percorsi battuti, dalle visite guidate più turistiche: sono viaggi all’insegna della esperienzialità, che offrono quel qualcosa in più. Al momento sono in programma un viaggio a New York: “FERRAGOSTO A NEW YORK” con partenza il 15 Agosto ed un tour in New England: “NEW ENGLAND D’AUTUNNO” con partenza il 10 Ottobre.

Quanti giorni prevedere? Dipende da ciò che si vuole vedere. Due settimane sono necessarie per fare un viaggio di approfondimento che permetta spostamenti in una zona geografica ampia e non si limiti ad un soggiorno in una capitale con qualche breve estensione prima o dopo.  E’ possibile in una settimana fare un “assaggio” di est , e anche un assaggio di Ovest, ma si calcoli sempre l’incidenza del volo e del jetleg, per sfruttare a pieno e con energia il tempo a disposizione.

9-10 giorni sarebbero il minimo da consigliare per la Costa Ovest.

Il ritmo del viaggio e la densità dei suoi contenuti sono altrettanto importanti. I viaggi di gruppo sono generalmente calibrati in modo da non avere tempi morti e  sfruttare a pieno le giornate, senza però arrivare a sera troppo stanchi. I pacchetti in self drive, permettono soste più o meno numerose in base ai propri gusti, costituendo quindi la forma di viaggio più duttile.

Hai qualche domanda ?

Scrivi ora al nostro specialista Stati Uniti:

Arianna Pradella
Product Manager Stati Uniti
0365 546818 – arianna@utat.it

Condividi questo articolo su: